< torna alla lista delle news

2013-02-07

Mietitrebbie Laverda versione riso: una missione speciale declinata in diversi modelli

Componenti specifici e soluzioni mirate fanno delle mietitrebbie Laverda la scelta vincente per la raccolta del riso

Breganze, gennaio 2013.  Il riso è un elemento molto importante per l’alimentazione umana, e la risicoltura in Italia ha una tradizione di eccellenza. Ecco perché, Laverda, sempre molto attenta alle esigenze del mercato interno, oltre a quelle dei mercati esteri, ha riservato negli anni, e continua tuttora, una particolare attenzione alle mietitrebbie in versione riso, proponendo soluzioni  dedicate alla particolarità del terreno in risaia e all’elevata produttività. In alcuni paesi, infatti, la natura e il clima permettono più di due raccolti l’anno.

Come per tutti i  raccolti, anche per il riso, una buona alimentazione è essenziale per le fasi successive di lavorazione del prodotto, e la piattaforma di taglio Free Flow con coclea antiusura, dotata di GSAX, sistema automatico di adeguamento della barra di taglio al suolo, insieme  al PFR, alimentatore a dita retrattili, per un’alimentazione continua ed uniforme del prodotto agli organi trebbianti, consentono un flusso estremamente regolare anche in caso di riso allettato o intrecciato.

Per le sue macchine in versione riso, Laverda ha inoltre previsto un battitore specifico a denti disposti su 12 spranghe, la cui grande massa inerziale assicura stabilità di regime consentendo in tal modo il trattamento delicato di un prodotto “nobile” quale il riso. Grazie al loro particolare profilo a scimitarra, i denti montati sulle spranghe del battitore si intersecano  alla  perfezione  con  quelli  del controbattitore, anch’esso specifico per il riso, facendo sì che il trattamento rispetti al massimo il prodotto. Il controbattitore in versione riso contribuisce in modo decisivo alle alte performance delle mietitrebbie Laverda, grazie alle sue ampie superfici di scarico, ideali per il lavoro anche su prodotti umidi e infestati.

Il riso è un prodotto molto abrasivo e, per questa sua caratteristica,  si rende necessario l’utilizzo di materiali e componenti altamente resistenti all’usura, in particolare per le parti con cui esso viene a diretto contatto. Ecco perché l’MCS Plus a configurazione specifica per il riso e le coclee per l’alimentazione, il trasporto ed il recupero del prodotto, con i relativi elevatori, sono dotate di speciali elementi antiusura Hardox. Le coclee presentano inoltre  uno spessore maggiorato nella parte terminale delle spirali ed anche la base del serbatoio granella è realizzata in materiale antiusura. Queste soluzioni dedicate permettono, nel loro insieme,  la massima separazione del cereale dalla paglia, un trattamento delle cariossidi eccellente e delicato ed una lunga durata dei componenti.

Le mietitrebbie Laverda per il riso sono equipaggiate di una cingolatura con catenarie a rulli autolubrificati ad olio con  camera stagna e larghi pattini in acciaio o con profilo in gomma per i trasferimenti su strada. Il tutto a garanzia di un galleggiamento ottimale e di un’agevole manovrabilità del mezzo in risaia, con la minima compattazione del terreno.

Per il riso, Laverda propone: M 410 Riso ed M 400 Riso, della nuova Serie M 400 e, per la Serie  M 300, M 310 MCS Riso ed M 300 MCS Riso.

 

Per ulteriori informazioni:
Simonetta Lambrocco
Responsabile Comunicazione e Pubbliche Relazioni
Laverda S.p.A. – Via F. Laverda, 15/17 – 36042 Breganze (VI)
Tel.: 0445 - 385 305 Fax: 0445 - 385 593 Mob.: 335 84 55 892
e-mail: Simonetta.Lambrocco@AGCOcorp.com

< torna alla lista delle news
Mietitrebbie Laverda versione riso: una missione speciale declinata in diversi modelli
Mietitrebbie Laverda versione riso: una missione speciale declinata in diversi modelli
Mietitrebbie Laverda versione riso: una missione speciale declinata in diversi modelli
Mietitrebbie Laverda versione riso: una missione speciale declinata in diversi modelli